attualità

attualità
In questa categoria trovi articoli di attualità

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Oggi, anche ragazzini di 6 anni hanno un cellulare. Ecco: provate a dire a sua mamma di non dare un cellulare al proprio figlio. Vi risponderà allarmata: "Cosa?? E se mio figlio dovesse aver bisogno di me? E io come faccio poi a sapere dov'è mio figlio?!"

Controllo.

Qui sta tutto il senso della reperibilità, prerogativa fornita dai cellulari, poi da internet. Da due buoni lustri ormai, le cose vanno insieme: gli smartphone, cellulari che sono anche computer con collegamento internet.

La nostra privacy, ormai, appartiene alla mitologia classica.
Tutti i proclami che girano su facebook, quei comunicati che girano nelle bacheche in cui si invitano gli 'amici' ad effettuare talune impostazioni di privacy per salvaguardare la propria e l'altrui, equivalgono a pestare acqua nel mortaio.


Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

SALVO conferenza stampa

 

 

Di SALVO, film scritto e diretto da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza e vincitore del premio della critica all'ultimo festival del cinema di Cannes, in uscita nelle sale italiane giovedì 27 giugno, è possibile dire tante cose, e già questo è un grosso pregio.

Innanzi tutto, sul piano dell'espressione gioca molto sui virtuosismi: assenza totale di commento musicale, dialoghi laconici, netta prevalenza di riprese in interni, e quando esterni prevalenza dei notturni. Non è affatto semplice riuscire ad armonizzare aspetti tecnici così fortemente marcati. Circa il piano dei contenuti la trama del film è tutto sommato una rivisitazione in chiave utopica della sindrome di Stoccolma. Non ci sono grandi novità, ma in questo SALVO non ha nulla da meno che la stragrande maggioranza dei film.

 

Altri articoli...